Impianti Fotovoltaici: Vantaggi e Svantaggi

Gli impianti fotovoltaici consentono di sfruttare la luce del sole per produrre energia rinnovabile da utilizzare in casa in maniera 100% sostenibile.

Prima di richiedere un preventivo per l’acquisto di un impianto è bene però informarsi sul fotovoltaico e i pro e contro in modo da effettuare una scelta solida e consapevole.

Ma di preciso quali sono gli svantaggi dei pannelli fotovoltaici? E quali i vantaggi?Andiamo a scoprirlo insieme!

Impianto fotovoltaico: vantaggi

Gli impianti fotovoltaici apportano una serie di vantaggi di gran lunga maggiori rispetto agli svantaggi, tra cui:

  • Risparmio sulla bolletta energetica: spesso ci si chiede: “Quanto si risparmia con l’impianto fotovoltaico?” Installare un impianto fotovoltaico consente di risparmiare ben l’80% in fattura grazie alla riduzione del prelievo di energia dalla rete del fornitore. Questo avviene poiché l’energia prodotta dai pannelli viene autoconsumata, coprendo in genere quasi tutto il fabbisogno energetico della propria abitazione;
  • Produzione di energia verde: con il fotovoltaico non ci sono emissioni di gas serra, si tratta quindi di un investimento che fa bene al nostro pianeta e promuove quella fetta di economia sostenibile;
  • Indipendenza energetica: il fotovoltaico consente di auto-produrre la propria energia, e in alcuni casi, qualora sia in esubero rispetto ai consumi, di accumularla o rivenderla al fornitore;
  • Valorizzazione dell’immobile e aumento della classe energetica: un impianto fotovoltaico apporta valore al proprio immobile poiché ne aumenta l’efficienza energetica salendo verso una delle seguenti classi A (A4, A3, A2 e A1) e sarà quindi più facile da vendere;
  • Bassa manutenzione: i piccoli interventi da effettuare sono solo quelli relativi alla pulizia, per il resto la ditta che li ha installati prevede già normalmente 1-2 controlli annuali gratuiti;
  • Smaltimento a carico dei produttori: qualora si rompessero oppure dovessero essere sostituiti, i pannelli da smaltire saranno presi in carico dal produttore senza quindi dover pagare nulla;
  • Autoconsumo: tra i vantaggi del fotovoltaico con accumulo c’è proprio la possibilità di consumare autonomamente l’energia prodotta dall’impianto;
  • Incentivi: grazie al bonus ristrutturazione 50% fino al 2024, e al Conto Termico 2.0 coordinato dal GSE, è possibile ottenere tante agevolazioni per la realizzazione del proprio impianto fotovoltaico.

Svantaggi pannelli fotovoltaici

Abbiamo appena visto tutti i vantaggi, ma quali sono invece gli svantaggi dell’energia solare?

  • In primis abbiamo una produzione non continua di energia.
    Infatti quando piove, o non c’è molta luce, oppure di notte, il sistema ha più difficoltà nel produrre energia.
  • Il rendimento stesso non è costante: ecco perché prima di installare un impianto è necessario verificare l’esposizione del proprio immobile, la posizione geografica e le condizioni climatiche. Per ottemperare a questo problema è possibile installare le batterie d’accumulo che ottimizzano la resa massimizzando l’autoconsumo.
  • In seconda battuta, un ulteriore svantaggio consiste negli adempimenti burocratici, soprattutto se si sfruttano le agevolazioni statali previste. Per fortuna di recente è stato semplificato tutto avendo la possibilità di non dover richiedere alcuna autorizzazione o permesso per gli impianti fino a 200 kW.
  • Infine come ultimo svantaggio abbiamo il costo iniziale. Un piccolo impianto può partire dai 3000€ fino ai 10000€. Naturalmente è un investimento a lungo termine che ci consentirà comunque di risparmiare in fattura luce.

Quanto tempo dura un impianto fotovoltaico?

In media dai 20 ai 25 anni, per cui possiamo affermare con certezza che, seppur visto inizialmente come svantaggio, il costo iniziale ci consentirà comunque di avere a seguito tantissimi vantaggi, quindi il gioco vale sicuramente la candela!

I pannelli solari comportano pericoli?

Spesso si pensa che dormire sotto i pannelli solari possa comportare dei rischi ma non è assolutamente così. Non bisogna aver paura di avere i pannelli sul proprio tetto e quindi “sulla propria testa” in quanto non c’è alcun rischio di folgorazione o di problemi legati ai campi elettromagnetici o ad incendi. È chiaramente importante effettuare dei controlli periodici per accertarsi che il tutto sia sempre ben saldo al tetto e che i materiali di cui è composto l’impianto si mantengano integri

E tu hai scelto già la via dell’energia Green?